AltamuraToday

Antica Masseria: scontro nella maggioranza, il sindaco Stacca risponde ai “suoi”

Il sindaco rende pubblica la risposta al consigliere pidiellino Loizzo, che in merito alla situazione della masseria finora gestita dallo chef Vissani, aveva accusato il primo cittadino di aver agito da solo e senza consultare la maggioranza. E'scontro anche su Imu e Irpef

E’ scontro a Palazzo di città, all’interno della stessa maggioranza. Qualche giorno fa abbiamo pubblicato il severo attacco del consigliere pidiellino Nicola Loizzo nei confronti del primo cittadino Mario Stacca, accusato di una sorta di “autoritarismo”. L’oggetto in questione è la nota masseria confiscata alla mafia e precisamente, la sua destinazione.  A tal proposito, il sindaco rende pubbliche da Palazzo di Città alcune “precisazioni” e coglie l’occasione per parlare delle due tassazioni tanto discusse: Imu e Irpef.

L’ ANTICA MASSERIA “Il sindaco proprio nell'ottica del risparmio della spesa pubblica, sia comunale che di altri Enti, sempre in quell’incontro di gennaio, ha suggerito di indicare in alternativa quale possibile utilizzo del bene la destinazione a Scuola Alberghiera, Master di specializzazione, previa intesa con la Provincia di Bari, competente per le scuole medie superiori, e l'Istituto Alberghiero, attualmente allocato in strutture poco idonee con notevoli costi mensili di fitti”. L’altra “precisazione” è:”che il Comune è interessato solo ad una gestione senza esborsi economici per le casse pubbliche”. E sentenzia: "queste sono proposte concrete a differenza di chi, come consigliere Loizzo, vorrebbe fare  il ''fattore'' (parole pronunciate da un suo collega di gruppo e di partito), non solo della ''masseria'' ma del consiglio comunale o della città".

IMU e IRPEF: “Evidentemente il consigliere Nicola Loizzo non segue il dibattito politico nazionale. O evidentemente confonde il premier Monti con il sindaco Stacca che in comune hanno il nome. La cosiddetta ''stangata Imu ed Irpef'' è il seguito naturale del taglio dei fondi che il Governo ha deciso per tutti i Comuni, tutte le Province e tutte le Regioni. Al Comune di Altamura sono stati tagliati fondi per circa 9 milioni di euro. Pertanto, attese le sue conoscenze da ''economista'', Loizzo spieghi come si fa a recuperare tali somme in quanto praticamente 9 milioni di euro sono il 25% del Bilancio. Dallo stesso non risulta né essere stata fatta né mai essere stata presentata alcuna proposta pratica su eventuali tagli o riassetto della spesa pubblica. L'unica proposta che Loizzo ha fatto è la riduzione di spesa della politica dimenticando che, sino a prima di presentare tale proposta, come consigliere (sin dal lontano maggio 2005) ha utilizzato a piene mani i permessi lavorativi - ovviamente senza prestare lavoro tutte le volte che ne ha usufruito - e beneficiato delle indennità connesse alla carica.

“Ognuno di noi - conclude- si faccia l'esame di coscienza!

 


 

Potrebbe interessarti

  • Estate 2019 tra cibo e cultura: sagre, festival e manifestazioni di Bari e provincia

  • Spaghettata di San Giovanni: tradizione e semplicità in pochi ingredienti

  • Bari Wireless: come navigare gratuitamente su Internet con un proprio PC portatile o smartphone

  • Menta, pepe di Cayenna, aglio e altri rimedi naturali per allontanare le formiche

I più letti della settimana

  • Si avvicina all'auto e tenta di portar via un bimbo di 5 anni: bloccato dai carabinieri

  • Alimenti sequestrati in due ristoranti di Polignano, le scuse di Grotta Palazzese: "Errore involontario"

  • Dopo il bagno a Pane e Pomodoro, la brutta sorpresa: "Sparita la borsetta con soldi e cellulare"

  • Da Bari a Savona con camera da letto, pensili e bici sul tetto dell'auto: fermato automobilista nel Modenese

  • Tornano le aperture serali dei mercati settimanali: a luglio e agosto bancarelle al calar del sole

  • Scontro sulla statale 16: quattro veicoli coinvolti, traffico rallentato in direzione sud

Torna su
BariToday è in caricamento